LA VARROA parte III

Salve a tutti, oggi concluderemo il terzo e ultimo capitolo della lotta alla varroa

Se vi siete persi il secondo capitolo eccolo qui : LA VARROA parte II

INTERVENTI antivarroa 

Si tratta sicuramente di trattamenti da dover studiare successivamente molto bene in quanto nel seguente articolo verrano trattati in maniera grossolana per darvi un’idea di cosa sono e quando usarli. E’ importante che prima di qualsiasi trattamento bisogna valutare le colonie e in base alla valutazione ottenuta si dovrà procedere al tipo di trattamento. Qui c’è l’articolo dove sono riportati le tecniche di valutazione della colonie e alcune schede : Schede di valutazione per il tuo apiario

Ricordati di avere il fondo diagnostico a cassetto estraibile ad ogni alveare, prima di iniziare qualsiasi trattamento antivarroa.

Ecco un elenco di INTERVENTI anti-varroa

  • Favo allargato
  • Ricambio dei favi usurati
  • Ricambio regine
  • Formazione di nuovi nuclei
  • Telaio trappola
  • Blocco di covata artificiale
  • Tecnica del favo orizzontale
  • Tecnica dei due melari

PICCOLI CONSIGLI

In genere trattamenti come gocciolato vanno effettuati almeno due volte l’anno per contenere il livello di infestazione all’interno delle colonie.

Ebbene sapere che ogni trattamento ha i pro e i contro che sia di natura chimica o naturale. Ecco alcuni esempi:

  • Acido ossalico si deposita nel tratto intestinale delle api causando danni seri agli organi interni.
  • Timolo risulta poco efficace nella lotta alla varroa man mano che passano gli anni
  • Acido formico è strettamente correlato alla temperatura ambientale pertanto è difficile utilizzare sempre il trattamento in modo efficace senza danneggiare la colonia

La serie di capitoli è conclusa qui sono riportati gli articoli precedenti:

LA VARROA parte I

LA VARROA parte II

Grazie al prossimo articolo.

 

Precedente LA VARROA parte II Successivo Pollini di fine inverno

Lascia un commento